16 commenti su “Il cacciatore

  1. Sono sostanzialmente d’accordo, anche se ho sempre ritenuto la prima parte un pò troppo lunga. Forse – ma è un parere personale – 10 minuti di meno avrebbero dato giovamento alla scorrevolezza complessiva. Stiamo comunque parlando di uno dei capolavori degli degli Anni 70, periodo in cui De Niro inanellava un’interpretazione più magistrale dell’altra.

    Vorrei spendere 2 parole per John Cazale che io ho sempre trovato fenomenale e che, non si sa bene come mai (o anzi, lo si sa eccome) è stato protagonista di tutti i film più belli di quegli anni: i due Padrino, Quel Pomeriggio di un Giorno da Cani, La Conversazione e – per l’appunto – Il Cacciatore. Una filmografia di soli 5 film, che però sono 5 capolavori…

  2. Forse il termine memorabile non è neanche abbastanza per definire questa pellicola che è anche tra le mie 10 preferite, forse addirittura le prime 5. Film sull’amicizia più che sulla guerra, con alcuni momenti davvero leggendari, e una colonna sonora che mi fa quasi piangere.
    Rear Window nel suo commento fa notare due cose importanti: la durata, da sempre caratteristica dei film di Cimino, regista talmente “grande”, “gigantesco”, da essere capace di girare solo film altrettanto “grandi” e “giganteschi” (si pensi a I cancelli del cielo), e John Cazale, attore straordinario troppo spesso dimenticato, che tra l’altro è stato candidato all’oscar per tutti e 5 gli unici film cui ha partecipato.
    Ne approfitto per farti gli auguri di buone feste!

    PS: ho aperto un nuovo blog a tema “viaggi”, vieni a darci un’occhiata, trovi il link su Il piacere degli occhi. Ah, e con l’anno nuovo avviamo anche il progetto I 21 modi, tieniti pronto!

  3. Rear Window : sono d’accordo, 10 minuti in meno alla fase precedente alla partenza forse avrebbe giovato alla pellicola, anche se questa tensione per l’attesa, questa malinconia… fanno grande il film.

    John Cazale era davvero un bravo attore, peccato che sia scomparso così prematuramente, fra l’altro, se non erro, era il compagno di Meryl Streep, piccola curiosità gossippara…

    Mdbs : si può sempre recuperare ! Concordo con la definizione di capolavoro.

    Monsier : è vero, è un film sull’amicizia ( e secondo me sull’attesa, almeno nella prima parte, e sulle conseguenze della tragedia che è la vita nell’ultima), il Vietnam è davvero un espediente narrativo, utile per creare le premesse alla memorabile ultima mezzora e per permettere l’azione che rende le tre ore abbondanti abbastanza digeribili.
    I cancelli del cielo sarà oggetto di una prossima “ripubblicazione” dal vecchio blog, altro film intenso ed interessante.

    Vengo a curiosare il blog di viaggi !

  4. Non l’ho visto, come spesso accade, però, la tua recensione mi invoglia molto a vederlo. Mi piacciono molto Robert De Niro e Meryl Streep insieme… in questo film non stanno insieme vero?

  5. Memorabile davvero…anche se io più legato al suo I Cancelli del Cielo…che sicuramente è meno riuscito, incostante, etc, etc, però mi è entrato dentro che ero bambino e non mi ha più lasciato.

  6. Di Cimino preferisco assolutamente I Cancielli del Cielo,purtroppo non ebbe fortuna economica,ma è davvero Epica allo stato puro e una lucidissima,amarissima,crudele,storia dell’America.
    Il cacciatore è un filmone,discutibilissima la parte nel vietnam per mille e buone ragioni,ha una prima parte che a me piace moltissimo e non toglierei nemmeno un minuto,una un po’ tirata via che è quella della guerra e poi stupenda e indimenticabile tutta la lunga parte finale del ritorno.
    Cazale ha recitato nei capolavori indimenticabili degli anni 70,era un grandissimo attore purtroppo morto troppo presto,chissà cosa avrebbe fatto negli anni a venire,che posto nel cinema del riflusso reazionario reaganiano avrebbe trovato?
    Walken ha davvero recitato in moltissime parti memorabili,non saprei definire questa la migliore,senza ombra di dubbio è leggendaria e oscar meritato

    http://lospettatoreindisciplinato.blogspot.com

  7. Fra : non ti dico nulla, altrimento ti rovino la sorpresa !

    Viga : sulla parte vietnamita ritengo che, essendo la guerra solo un pretesto per narrare una storia d’amicizia, sia volontariamente trattata sui generis, senza alcun approfondimento psicologico dei personaggi asiatici (e senza, noto, nessun interesse all’azione militare in sè).
    D’altra parte anche ne L’anno del dragone i cinesi sono visti in una maniera a dir poco razzista, forse il regista ha in forte antipatia gli asiatici, chissà…
    Se non sbaglio Cazale morì per un tumore osseo, quando questi grandi artisti muoiono giovani resta sempre un rimpianto e una curiosità per quello che poteva essere e non è stato…

  8. è un grandissimo film! da prendere però con la prospettiva giusta. la prima volta che l’ho visto mi ha deluso: mi aspettavo un film sulla guerra.
    oggi lo classificherei (se una classificazione è possibile), piuttosto nel filone dei “romanzi di formazione”, o quasi la biografia di una parte della nazione USA: come giustamente scrivi, Cimino presenta una parte fra le meno celebrate del paese (e totalmente al contrario di Stone in “Platoon” col benestante che sceglie di servire in Vietnam) si sofferma molto meno sulle peripezie dei protagonisti che sul loro stato psicologico e sociale.
    Mi sembra quasi che la lentezza, l’insistenza con cui il regista si sofferma su parti che ci appaiono minori o comunque con meno azione, rispecchi proprio questa specie di introspezione.
    con le dovute differenze, mi sentirei quasi di accostarlo a “nato il quattro luglio”: anche lì, se ben ricordo, la guerra è solo un piccolo strumento di narrazione dell’evoluzione personale del protagonista; con la differenza che ne “il cacciatore” il protagonista è quasi collettivo…

    comunque, un must!

  9. è uno di quei flim che ho e che mi riprometto in continuazione di vederlo, poi per un motivo o per l’altro lo lascio li….In questi giorni di vacanza ne approfitterò.
    Aspettando Gilardino…..
    Saluti e buone feste

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...