15 commenti su “Le idi di marzo

  1. Sì, è vero. Clooney ha una passione per gli anni ’50: lo si vede bene in Confessioni di una mente pericolosa, Goodnight e In amore niente regole… Su ciak ho visto delle immagini in cui parla con Barack Obama personalmente, conosce molto bene questo mondo, ed è impegnato politicamente per la questione di diversi paesi del terzo mondo.

  2. Non ho visto Confessioni di una mente pericolosa e non conosco affatto In amore niente regole, infatti pensavo che questa fosse la sua terza regia.
    Anche Goodnoght and good luck è un film assai interessante, forse superiore…

  3. quoto gran parte del post: tacita critica ad Obama? non mi stupirebbe. Gosling? bravo, ma non straordinario.
    la mia sensazione complessiva è stata di una certa “piattezza” del film: pur con tutta la tensione della situazione, degli scandali… io non l’ho percepita, mi è sembrato troppo pacato (un pò come in “good night and good luck”, ma lì la cosa mi pareva giustificata dal filtro creato dalla professione del protagonista, qui no: è in mezzo all’azione!). questo mi ha un pò deluso.

  4. Monsieur : anche secondo me è leggermente inferiore a Good Night, livello molto buono comunque. Vorrei rivederlo quel film…

    Red : si, effettivamente non c’è praticamente mai la suspence, il colpo di scena che non ti aspetti… anche la scoperta della “marachella” del candidato presidente non desta troppo stupore e viene raccontata in maniera abbastanza piatta…

  5. Un film solido… ben costruito e curato in ogni suo aspetto. Sicuramente vicino ad un certo cinema di denuncia tipico degli Anni 70 (mi viene in mente “Il Candidato” con Robert Redford) che purtroppo non è più così frequentato dall’industria cinematografica americana, troppo votata all’intrattenimento fine a se stesso.

  6. Un film fin troppo sobrio e classico, il che forse è un bene per il tema trattato, però a me piacciono i film che osano un po’ di più. Hoffmann e Giamatti sempre ottimi, Clooney perfetto, Evan Rachel Wood lascia il segno, mentre Gosling, nonostante sia il protagonista, l’ho visto piuttosto monocorde.

  7. Avevo letto anche io che il film rappresenta una velata critica ad Obama: ottima presenza, ottimo comunicatore e grande appeal, ma dietro…..
    Comunque questa doppiezza penso sia tipica del mondo politico in se. Certo in alcuni sistemi è più accentuato, ma è una sorta di costante…
    Visto che bel Genoa ieri?
    Speremmu…

  8. Rear : si, spesso il cinema americano è puro intrattenimento, le produzioni indipendenti non riescono a raggiungere il grande pubblico, nota di merito a Clooney anche per questo…

    Perso : concordiamo un po’ tutti sulla prova opaca di Gosling, peccato perchè me lo ricordavo molto convincente in The believer, un film assai duro, pesante, dove interpretava alla perfezione il protagonista…

    Francesco : vedere film terribilmente brutti è però anche divertente, ricordo con affetto “Alex l’Ariete” ad esempio…

    Tommaso : speriamo che non sia un fuoco di paglia, comunque a breve arriverà la classica foto di giubilo…

  9. Azz Clooney fa pure il regista, non lo sapevo. Dal trailer mi sembra la solita americanata sui retroscena delle elezioni americane. Certo, in parte una pagliacciata lo sono, specie le primarie spettacolarizzate fino all’esasperazione

  10. questo non lo conosco, ma confessioni di una mente pericolosa è un bellissimo film, a mio avviso. quando l’ho visto, ero un po’ prevenuta, ma mi sono ricreduta completamente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...