16 commenti su “Arianna

  1. Infatti il ruolo interpretato da Gary Cooper era stato appositamente pensato per Cary Grant che Wilder stava inseguendo sin dai tempi di Sabrina. Inseguimento che purtroppo non si sarebbe mai risolto perchè i due non avrebbero mai lavorato insieme. E più che in Sabrina – dove Humphrey Bogart, pur odiando film e proprio ruolo, dà comunque un’interpretazione che rimane, la mancanza di Cary Grant qui si sente, eccome…

  2. Arianna? mi son detta “cosa mi son persa?” tanto ero lontana da questo film ‘niente di che’ a mio giudizio nel mio non-ricordo. Chapeau per Audrey Hepburn alla quale, pur riconoscendone l’elegante bellezza ,non avrei mai desiderato somigliare. E, permettimi non credo che neppure molti uomini abbiano fatto di lei il loro ideale femmineo. Troppo Fifth Avenue.
    Non dimetichiamo che BW diresse negli stessi anni ’50 magistralmente Marilyn Monroe e, a lei sì, si rivolsero i sogni erotici (ma non volgari) maschili di sempre e a lei mi sarebbe piaciuto davvero assomigliare nella sua prorompente bellezza ‘tutta sua’ e il suo viso d’angelo caduto.
    Scusami se sono andata oltre il seminato
    sherazade

  3. Sherazade : Marylin era una bella donna ma non ha mai accattivato le mie fantasie, altre maggiorate del periodo, a mio avviso, erano più attraenti, anche se so bene che Marylin era un mito e come tale, irraggiungibile !

  4. io vado pazzo per bette davis.pensa un po’ che delirio maschile che sono!
    Diciamo che questo film non è il massimo di Wilder,ma rimane sempre un buonissimo film.In mano a un George Sidney qualsiasi sarebbe stata una cazzata!

    ps:perchè non ti è piaciuto Rossi Stuart in Vallanzasca?

  5. concordo sul fatto che non sia il miglior film di Wilder ( almeno 5 o 6 sono oggettivamente superiori).

    Non mi è piaciuto proprio il modo in cui parlava, questa cadenza insopportabile, mi sembrava troppo fasullo…

    • uè,testina è il nostro modo di parlare te capì?^_^

      La differenza tra un grande regista e uno improvvisato è che Wilder riusciva sempre a salvare la baracca,offre come con questa “arianna”,di fare cose gradevolissime e piacevoli.anche quando non al massimo.Che poi sto film vale cento immaturi e trecento benvenuti al nord,nè?

  6. Temo allora di soffrire di Milanofobia 🙂

    Certo… che poi in fondo è la differenza fra chi sa fare davvero qualcosa ( il regista, il muratore, l’ingegnere… vale per tutti i lavori) e chi invece ha un livello medio-basso !

  7. questo mi manca (ed è quanto dire, visto che di wilder ho visto quasi tutto), in compenso l’altro ieri ho rivisto l’asso nella manica (con kirk douglas) forse il film di wilder più crudo e drammatico, tra qualche giorno ci posterò su un pezzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...