9 commenti su “Ricordi

  1. Anch’io frequento un cinema così, da cinema parrocchiale è diventato l’unico ancora aperto in zona. Sempre film interessanti, soprattutto grazie al cineforum che si fa ogni settimana. Speriamo che duri! 🙂

    • Questo cinema, che ormai non funziona più, forse mi è anche caro perchè è di un’epoca appena passata ma di cui si sente già un po’ la mancanza, il liceo, i primi anni di università, la scoperta del cinema, lo stupore, la spensieratezza…

  2. Quando chiude un cinema è sempre una cosa triste, specie se – come in questa occasione – coincide con la scomparsa del suo proprietario. Vivendo in città, io non ho mai avuto una sala preferita, dove mi sono recato più spesso che in altre e un pò questa cosa mi è sempre mancata.

    • Visto che sono davvero abitudinario, anche a Genova ho il mio cinema preferito dove mi sento a casa : l’Ariston in Vico San Matteo 🙂

      Certe volte non so nemmeno quali film proiettano ! 🙂

  3. sei sale, di cui almeno cinque sempre dedicate a prodotti immondi.
    troppo vero, è la costatnte delle multisale i prodotti immondi… lggendo i titoli a volte si salvano solo i film a cartoni, il che è tutto dre…
    nn vado più al cinema, con sky e soprattutto sky hd aspetto e nel giro di poco arrivano tutti.. lo so nn è il Grande Schermo, ma l’hd ha tutti i suoi x’ tutti : )

    • I multiplex sono pessimi.
      Qua a Genova, al Porto Antico, la programmazione è leggermente migliore, uno dei pochi vanti della cultura genovese sono i tanti cinema che trasmettono film davvero belli e fuori dai cartelloni e dai soliti circuiti…

      Sky Cinema mi piace sempre meno, anche lì vedo un calo della qualità media

  4. Anche io avevo un cinema sotto casa; curiosamente non troppo frequentato nemmeno da ragazzino, eppure qualche film ce lo vidi: ricordo In viaggio con papà o Mani di fata con Pozzetto. Poi divenne un cinema a luci rosse; poi chiuse; poi ci fu un tentativo teatrale; poi ancora chiusura; poi un nuovo tentativo col cinema, feci in tempo ad andarci una volta, a vedere quella mezza cavolata di The Blair Witch Project. Poi un’ulteriore chiusura, e chiuso è rimasto, abbandonato. Che tristezza.

  5. Diciamo che non è florida, considerando che parliamo di Roma: i multiplex imperano, ma qualche cinema vecchio stampo rimane: oltre naturalmente al morettiano Nuovo Sacher citerei almeno Greenwich, Intrastevere, Quattro Fontane, Alcazar. Ma gli esempi sono pochi, o almeno, per Roma, veramente troppo pochi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...