11 commenti su “Cane di paglia

  1. Questo è uno dei film più rappresentativi del cinema americano degli Anni 70. Una delle punte massime di Sam Peckinpah ed uno dei personaggi meglio interpretati e più memorabili di Dustin Hoffman.

  2. Un grande, grande film; il personaggio di Hoffman, dimesso, sempre pronto a ‘prenderle’ tacendo, fino a quando qualcosa si spezza e usa la sua intelligenza come un’arma formidabile, diventando una macchina da guerra in un certo senso l’ho trovata sempre tremendamente affascinante; ho sempre trovato in un certo modo esaltante la figura della ‘vittima sacrificale’ che a un certo punto esplode…

    • Già… mi ricordo alcuni casi di cronaca simili, con il perfetto scemo, sempre rimproverato e deriso, che ad un certo punto esplode e uccide…

      Analisi interessante quella della società proposta dal regista, un po’ un filo rosso in tutta la sua filmografia…

  3. Visto in questi giorni….
    direi un bel film, un pò lento nella prima parte ma più che altro con la sensazione che il film parta già iniziato con i personaggi già caratterizzati (anche perchè non sappiamo esattamente cosa è successo 5 anni prima di andare a vivere in quel paesino)……
    allora SPOILER!!!! (per tutti i blogger che hanno visto il film): dopo la visione del film, ho pensato che Hoffman sapesse già cosa avessero in mente quei tipi loschi durante la caccia cioè di violentare sua moglie……secondo voi?
    L’idea che mi son fatto è che fosse uno scontro (quasi) pensato a tavolino da Hoffman, un modo di confrontare la razionalità contro l’irrazionalità….e poi si (quello che penso da anni) il messaggio di Peckinpah sia questo: “Mai fare arrabbiare una persona pacifica. Può diventare più violenta di una bestia”.
    Ottimo il cast!
    Ciao!

    • L’inizio è effettivamente lento e, a mio avviso, si percepisce subito che la vicenda avrà un esito tragico.

      Non penso che il protagonista pensi qualcosa relativamente allo stupro della moglie, anche perchè per tutto il film appare totalmente inconsapevole della vicenda, anche nel concitato finale non c’è nessun riferimento alla violenza sessuale (se lo sapesse probabilmente direbbe qualcosa agli aggressori o no ?).

      Comunque mai fare arrabbiare una persona pacifica, questa mi sembra una grande verità 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...