5 commenti su “The master

  1. è un film che necessità almeno un’altra visione.Penso che in questa opera Anderson abbia voluto dar sfogo a una sorta di implacabile e radicale pessimismo mostrando due uomini prigionieri e alla deriva.Senza sconti di empatia ,e a me sta freddezza è piaciuta assai

  2. non l’ho ancora visto ad avevo accolto questo tuo post come un momento di illuminazione. infatti, non sono ancora certo se volerlo vedere o meno: grandi giudizi, ma impressione negativa…
    boh, conto di decidere a breve. intanto ieri ho visto “la regola del silenzio” di Redford, magari lo recensisco…

    buon 2013!!

  3. Visto anche io ieri, anche per me primo film del 2012; stesso tuo dubbio: “ma che avrà voluto dire?”… non è la prima volta (ricordo la stessa perplessità per Melancholia o The Tree of life), ma stavolta veramente il film non l’ho ‘digerito’: lentezza quasi esasperante e, sinceramente, delle interpretazioni fin troppo marcate, per quanto mi riguarda ai limiti dell’autocompiacimento, sia per quanto riguarda Phoenix che Symour – Hoffmann. Resta la sensazione che la gragnuola di premi che il film si appresta a raccogliere (dopo Venezia, Golden Globe e Oscar in vista), sia in gran parte immeritata… Una mia amica l’ha recensito in due parole: THE MAH?STER… 😀

    • Melancholia è sicuramente il mio preferito fra i 3.
      Quello di Malick non mi ha convinto proprio.

      Il Phoenix della biografia di Johnny Cash è stato effettivamente magnifico…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...